L’acqua di Nitrodi

L’acqua è classificata come “acqua minerale ipotermale solfata alcalina e alcalina terrosa”. Le sue proprietà terapeutiche sono state riconosciute dal Ministero della Salute con il decreto n° 3509 del 9 ottobre 2003.

Dalla fonte delle Nife Nitrodi sgorgano circa 12 mila litri di acqua all’ora. L’acqua viene erogata attraverso docce, lavabi e piccole fontane senza aggiunta di alcun additivo. Durante la permanenza alla Fonte si consiglia di fare abbondanti docce; soprattutto per le prime docce, è bene restare sotto il flusso dell’acqua per almeno 10 minuti.

L’azione dei minerali contenuti nell’acqua lascia la pelle levigata e liscia ma soprattutto pulita, senza residui salini ed odorosi dilatando i pori e facendo respirare l’epidermide. La ricchezza del bicarbonato ed il mix di minerali contenuti nell’acqua di Nitrodi favoriscono una esfoliazione naturale lavando via i vari strati di cellule morte.

Dopo la doccia a Nitrodi consigliamo di non lavarsi con saponi o detergenti per almeno qualche ora in modo da non occludere nuovamente i pori della pelle. Sui capelli sarà immediatamente percepibile l’effetto del bicarbonato che li renderà puliti e lisci, con un vero e proprio effetto balsamo.

Dopo essersi bagnati, per potenziare l’effetto dei minerali, consigliamo di lasciarsi asciugare al sole.

  • Storia

    Storia

    La SPA più antica al mondo conosciuta già dai primi coloni greci dell'Italia Meridionale e dedicata ad Apollo e alle Ninfe Nitrodi

  • L’acqua di Nitrodi

    L’acqua di Nitrodi

    L’acqua è classificata come “acqua minerale ipotermale solfata alcalina e alcalina terrosa”. Le sue proprietà terapeutiche sono state riconosciute dal Ministero della Salute con il decreto n° 3509 del 9 ottobre 2003.

Questo sito utilizza i cookie, compresi i cookie di terze parti. Puoi modificare le tue preferenze e avere maggiori informazioni consultando la sezione termini e condizioni. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all utilizzo dei cookie.